Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per conoscere i cookie utilizzati dal nostro sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se continui nella navigazione di questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

News Imparola

8 giugno 2019, incontro con Giampaolo Nicolais e presentazione del suo libro “Il Bambino Capovolto”

Un nuovo incontro della serie di Imparola per il  2019 su “Il benessere del bambino e dell’adolescente”

L’8 giugno prossimo, con inizio alle ore 19:00 (Libreria Di Giulio – Via Dante 61/F), sarà presentato a Matera, alla presenza dell’autore, il libro “Il Bambino Capovolto”, di Giampaolo Nicolais. L’evento, organizzato dal Centro Riabilitativo Imparola, sarà introdotto dal Direttore Sanitario Carlo Calzone e rientra nella serie di incontri sul tema “Il benessere del bambino e dell’adolescente”.

GIAMPAOLO NICOLAIS (Roma, 1968) è professore associato di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso la Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza». Le sue principali aree di ricerca e di intervento clinico sono nell’ambito della psicopatologia dello sviluppo, dell’attaccamento e dello sviluppo morale nei primi anni di vita. È autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali su abuso e maltrattamento, metodologia dell’intervento clinico nel trauma infantile, trasmissione intergenerazionale del trauma, genitorialità a rischio.

Per maggiori informazioni sul libro, consultare il sito internet dell’editore: https://tinyurl.com/nicolais.

Per la stessa serie di incontri, sono in programma, inoltre, tre appuntamenti:

  • il 17 settembre 2019, la prof. Lucangeli e il Dott. Ernesto Burgio dell’Università di Padova terranno una Lectio Magistralis sul tema “L’Importanza della plasticità cerebrale nello sviluppo dell’apprendimento”;

  • l’11 ottobre 2019, la Dott.ssa Renata Salvadorini dell’IRCSS Stella Maris di Pisa parteciperà ad un incontro formativo sul tema “Linguaggio e Comunicazione”;

  • il 9 novembre 2019, la Dott.ssa Rossella Cardinale, psicoterapeuta di Imparola, animerà un incontro formativo su “Alto potenziale e Giftedness”.

Gruppi di Sostegno Imparola su: Emozioni, Abilità Sociali, Apprendimento e Talento

In questo video, Rossella Cardinale, psicoterapeuta di Imparola, introduce l’argomento su come orientare i nostri ragazzi nella fascia dagli 8 ai 17 anni attraverso il coaching psico-educativo per guidare la crescita in modo consapevole e sviluppare al massimo le potenzialità.

È importante che i ragazzi si sappiano relazionare tra loro, all’interno di un’esperienza guidata come quella dei gruppi di sostegno, in cui si confrontano, condividono idee ed esperienze umane, emotive e di crescita, con il supporto di un setting coordinato da una persona specializzata. A questo proposito, sono aperte le iscrizioni ai gruppi di sostegno su Abilità Sociali, Consapevolezza Emotiva, Talent e Alto Potenziale.

Per informazioni, contattare la segreteria di Imparola al numero telefonico +39 0835 334985 – Whatsapp ‎+39 337 1159677. Il Centro Riabilitativo Imparola è a Matera in Via Montescaglioso, 31/A (Autorizzazione L.R. 28/00 e s.m.i.- DPGR 277 del 11/12/2018)














Non ho paura di disturbare - Il Rotary per una scuola inclusiva

Presso l'Auditorium "A. Jacoviello" Istituto d'Istruzione secondaria superiore "G. Solimene" - Lavello (PZ) giornata di studio sulla dislessia con l'intervento di Mariangela Bruno.

Programma dell'evento (pdf)

Un'immagine dell’intervento della Dott.ssa Rossella Cardinale, psicologa di Imparola, all’VIII Congresso Internazionale sulla Plusdotazione in corso a Pavia il 29 e 30 marzo 2019

Un'immagine dell’intervento della Dott.ssa Rossella Cardinale, psicologa di Imparola, all’VIII Congresso Internazionale sulla Plusdotazione in corso a Pavia il 29 e 30 marzo 2019.

4La relazione dal titolo “Sensibilità emotiva e abilità sociale nei gifted”, riferisce che “la letteratura scientifica sulla plusdotazione cognitiva evidenzia ricorrenti disarmonie nello sviluppo, riguardanti principalmente il rapporto tra la sfera cognitiva e quella emotiva. Questi bambini pensano e si emozionano “differentemente”. Hanno una sensibilità “amplificata” che porta a sovra interpretare gli eventi, vivere le emozioni in modo più intenso degli altri, preoccuparsi eccessivamente del giudizio e vivere le emozioni altrui come se fossero le proprie. Le emozioni, l’intelligenza e il comportamento si influenzano a vicenda, creando pattern sempre più complessi di percezioni e reazioni non sempre adeguate all’ambiente circostante. Le loro manifestazioni comportamentali di “ipereccitabilità” sono spesso considerate da genitori e insegnanti come segno di immaturità affettiva e dai compagni come segno di “stranezza” o “diversità”. Il presente lavoro analizza alcune caratteristiche che sono parte della personalità dei gifted che influenzano il rapporto con i pari e la percezione di sé”.

 

Sottocategorie