Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per conoscere i cookie utilizzati dal nostro sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se continui nella navigazione di questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

News Imparola

Un'immagine dell’intervento della Dott.ssa Rossella Cardinale, psicologa di Imparola, all’VIII Congresso Internazionale sulla Plusdotazione in corso a Pavia il 29 e 30 marzo 2019

Un'immagine dell’intervento della Dott.ssa Rossella Cardinale, psicologa di Imparola, all’VIII Congresso Internazionale sulla Plusdotazione in corso a Pavia il 29 e 30 marzo 2019.

4La relazione dal titolo “Sensibilità emotiva e abilità sociale nei gifted”, riferisce che “la letteratura scientifica sulla plusdotazione cognitiva evidenzia ricorrenti disarmonie nello sviluppo, riguardanti principalmente il rapporto tra la sfera cognitiva e quella emotiva. Questi bambini pensano e si emozionano “differentemente”. Hanno una sensibilità “amplificata” che porta a sovra interpretare gli eventi, vivere le emozioni in modo più intenso degli altri, preoccuparsi eccessivamente del giudizio e vivere le emozioni altrui come se fossero le proprie. Le emozioni, l’intelligenza e il comportamento si influenzano a vicenda, creando pattern sempre più complessi di percezioni e reazioni non sempre adeguate all’ambiente circostante. Le loro manifestazioni comportamentali di “ipereccitabilità” sono spesso considerate da genitori e insegnanti come segno di immaturità affettiva e dai compagni come segno di “stranezza” o “diversità”. Il presente lavoro analizza alcune caratteristiche che sono parte della personalità dei gifted che influenzano il rapporto con i pari e la percezione di sé”.